Crea sito

Menù vuoto

“Ma non pensi ci siano cose più importanti?”

“Ma che schifo di musica è quella che trasmettono alla radio?”
“Ma che schifo di programma è? Ma perchè non lo chiudono?”
“Ma perchè non la smettono con ste notizie false su facebook?”
“Ma perchè questo/a non la smette di condurre?”

Solo qualche esempio di affermazioni che ognuno di noi sente ogni singolo giorno della propria vita. Sempre. Vengono lanciate con amarezza, con rabbia, mosse dalla più sincera convinzione che ogni cosa viene mossa da ingranaggi troppo grandi per poterli cambiare.

Allora tu proponi.

“Ma se non ti piace quello che trasmette quella radio, ascoltane un’altra. Se non ti piace quella musica, ascolta quella che ti piace e comprala”
“Ma costa troppo. Io la scarico da emule. Peccato però che il mio cantante/gruppo preferito non venga trasmesso.”
99 centesimi di download è troppo? Solitamente frugando sotto i cuscini del divano ne trovi molti di più.

“Se non ti piace quel programma, se non ti piace il conduttore/conduttrice, non guardarlo. Guardane un altro.”
“Ma in tv non c’è niente”
Su millemila canali di digitale terrestre? E anche se fosse, non sai stare senza tv?

“Se quel sito da notizie false, non condividerle. Non seguire la sua pagina facebook. Segnala.”
“Eh ma è una perdita di tempo.”
Partendo dal presupposto che esistono questi siti per attirare attenzione e guadagnarci su, sei così sicuro che levare la fonte di guadagno non serva a niente? Hai provato mai?

Quello che a chi si lamenta e non modifica il suo comportamento sfugge, è che esso stesso è parte dell’ingranaggio che sta criticando. E che finchè non modifica la sua abitudine, esso stesso contribuisce in modo determinante a mantenere le cose come stanno. Tu che continui a dare attenzione a quello che non ti piace e non fai nulla per dare attenzione a ciò che invece ti piace, non puoi pensare che altri abbiano cura di queste cose che ritieni valide se tu sei il primo a non trattarle come cosa preziosa. E’ come la storia dell’olio di palma: sta ovunque, si sa. Ma da quando sempre più singole persone hanno scelto di acquistare cibo in modo diverso, le cose sono cambiate. Lo vedi? Ora le grandi aziende sono costrette a toglierlo dagli ingredienti e renderlo noto in televisione.

“Si ma voglio dire… c’è la crisi, il terrorismo, la corruzione, la violenza…. non pensi che siano cose molto più importanti di cui parlare???”

Si. Lo sono. Ce ne sono tante. E’ vero. Ma se tu non sai schierarti nemmeno per le cose che fanno parte del tuo quotidiano, se non sai spendere pochi centesimi per ciò che ti emoziona e non sai spegnere la televisione…. come pensi che le cose più grandi potranno mai cambiare?

, , , , ,

No comments yet.

Dì la tua :)

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: