Crea sito

Menù vuoto

30 Days Writing Challenge, Day 6: Cinque modi per conquistare il tuo cuore

Ahh!! Ahahahahahahahah!!!! Buona questa!!!! L’ultima volta che mi sono fidanzata c’erano le lire. Quando sono tornata nel magico mondo della singletudine, ero giovine… cioè, non che sia anziana ora eh. Però quest’anno ricorre il decennale. Capisci il dramma? Ok che nel frattempo non mi sono proprio chiusa in convento, però è evidente che il mio cuore non è stato conquistato di recente, ecco. Le info su me stessa e come funziono in questo ambito risalgono a Baby One More Time, più o meno. Ma proviamoci….

NB: OGNI RIFERIMENTO A FATTI REALMENTE ACCADUTI E’ PURAMENTE NON CASUALE. E soprattutto, I FATTI SONO REALMENTE ACCADUTI.

PRESUPPOSTO FONDAMENTALE: ironia. Sarcasmo a tratti. Misto sensibilità. ‘nsomma, se non sei bipolare i cinque punti sono inutili.

PUNTO NUMERO UNO: IL ROMANTICISMO

Uomo. Ascoltami. È importante!! So che all’apparenza può non sembrare, se non mi conosci tanto bene. In tanti ci sono cascati. Cioè… non che abbia avuto pulman di corteggiatori come dalla De Filippi, intendo dire che c’è cascata anche gente a cui non fregava una cippa di conquistare il mio cuoricino. So che quando salta fuori la mia smodata passione per le cosiddette boyband la prima cosa che pensi è che sono una super romanticona livello master. Che inspiro ossigeno ed espiro particelle di romancisimo. Lo so.
Ma l’apparenza inganna: il mio fabbisogno giornaliero di romanticismo è davvero molto basso. Ma un sacco basso. Proprio moltissimo, capito? E per tua sfortuna viene soddisfatto per un buon 80% dalle boyband di cui sopra. Quindi, ti prego: MODERATI. E soprattutto, cerca di avere senso quando ti esprimi romanticamente verso la mia persona: non è che il momento-zucchero ti autorizza a dire una marea di fantaminchiate volanti.

PUNTO NUMERO DUE: I COMPLIMENTI

Uomo. Ogni femmina del globo terracqueo ama essere adulata, e questo è un dato di fatto. Una verità assoluta ed incontrovertibile, e se ti dicono che non è vero stanno mentendo spudoratamente. Però, diamine…. fallo con cognizione di causa. Per esempio…. non dirmi che ho un bel culo. Mi è capitato, e stavo per soffocare dal ridere perché a casa gli specchi ci sono e so che il mio culo, oltre a non esser bello, è due culi in uno in realtà. Lascia perdere l’evergreen sei dolcissima: non lo sono. Ok? ENNE-O. Non sono dolce un cacchio. Non riempirmi di sei bellissima, sii originale!! Nota qualcosa che davvero ti colpisce, non essere banale, altrimenti taci.

Ah… le tette come cosa da notare non valgono. Mi sembra ovvio.

PUNTO NUMERO TRE: GLI ARGOMENTI DI CONVERSAZIONE

Uomo. Non puoi pensare di intrattenermi un’intera serata parlando di pescare carpe o di fanali allo xeno. Non puoi rintronarmi di politica per ore. Non puoi rincoglionirmi solo col tuo lavoro. Non si può. È contro la legge. Capisci? Voglio sapere di poter parlare con te tanto di musica quanto delle tartarughe ninja, tanto di cibo quanto di Dio, tanto di problemi etici quanto di stronzate. Voglio che se non sai qualcosa tu abbia la curiosità di ascoltarmi, come io ce l’ho con te se mi piaci. Questo è un dialogo, uno scambio. Sennò sono monologhi tematici e non mi interessa, rifiuto il pacco e vado avanti.

E comunque fattela una risata. Ma anche due. Quelle servono sempre.

PUNTO NUMERO QUATTRO: DELL’INTRAPRENDENZA

Uomo. Ascoltami. Uno dei motivi per cui sono single è anche che ho passato un sacco di tempo ad inseguire masculi ad minchiam. Nel senso… mi piacevano tanto, allora mi lanciavo. Cioè… non è che inseguivo branchi di masculi cercando di acchiapparne uno al lazo stile cowboy… no. UNO me ne piaceva, ed inseguivo quello…. ci sei? Comprendi? Bene. Se sono rimasta residente a Singlelandia, è evidente che costui non mi è venuto incontro. Siccome mi è capitato più di una volta, le cause di turno erano ogni volta sempre nuove: fifa blu, fifa nera, medio appassionamento alla causa non sufficiente a lasciarsi andare e via discorrendo. Perchè ti racconto queste robe? Semplicissimo: io di fare la stana-maschio non ce ne ho più l’ombra di una voglia. ENNE-O. Comprendi? Quindi, muovi quelle tue chiappe e sii intraprendente, sempre nel rispetto dei miei modi e dei miei tempi ovviamente. Ed anche dei miei NO: se rifiuto non sto prendendo tempo perchè la vita è stata cattiva e allora voglio scoprire se davvero resterai con me oppure no. Ti sto dicendo precisamente di NO. Claro?

PUNTO NUMERO CINQUE: CONDIVISIONE
Partiamo dal presupposto che, se me stai a ronza’ attorno, ti interesso. A meno che tu non sia una mosca. Se ti interesso, vuoi che pure io mi interessi a te, no? Mi sembra chiaro. Bene: CONDIVIDI!!! Non su facebook… condividi con me cosa pensi, chi sei, che vuoi, che fai, che ti fa ridere, un hobby, qualcosa. Poi, se ti do corda e va a buon fine, non provare a smettere di farlo o te meno.

BONUS TRACK (come sempre): magnà è bello. Condividerlo ancora di più!

, , , , , , , , , , , , ,

No comments yet.

Dì la tua :)

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: